Piazza Enfleurance

.

è luogo che fonda le proprie radici nei principi di dignità e rispetto umano.

.

E, in quanto piazza, vuole essere un luogo di cultura dove rendere note e far dialogare tra loro le diverse realtà, ponendo in rilievo i diversi modi di vivere e di essere, nella continua ricerca di soluzioni per una sempre più reciproca sostenibilità.

Allargare la conoscenza scoprendo che una vita migliore passa anche attraverso una maggiore consapevolezza di noi e del mondo che ci circonda in tutte le sue molteplici sfaccettature.

Comprendere che si può mangiare, viaggiare, vivere, conoscere e accettare le diversità non come aberrazioni ma come ricchezze, in modo assolutamente inclusivo e sostenibile. Che si può progredire regalandoci nuovamente un futuro, riparando i danni fatti e cercando soluzioni anche tecnologiche che sappiano rendere la vita di tutti la più dignitosa possibile

Un sogno forse, una scommessa senz’altro! Sicuramente ci rimbocchiamo le maniche e, per quanto è possibile, piccolo frammento, vogliamo essere al servizio di un mondo migliore. 

Il Gruppo culturale “I Cünta Sú” hanno fatto nascere Enfleurance e possono contribuire con le loro iniziative, le loro produzioni, ma da soli non bastano. E’ necessario far vivere la piazza popolandola di persone che la frequentano, che l’attraversano, che si siedono sulle sue panchine, spettatrici e spettatori restituendone lo sguardo.

Popolarla di iniziative, di associazioni, di dibattiti e di notizie. Crocchi di persone che raccontano dei fatti del mondo, delle innovazioni, delle iniziative, del tempo libero.

Riappropriandoci e scoprendo le molteplici scritture, modi per esprimere la poesia, il teatro, le arti figurative e tutte quelle forme d’espressione non ingessate in un singolo contesto che si chiama conformità, ma variopinte e libere manifestazioni dell’umanità intera.