You are here:Home-CAFFE' ENFLEURANCE

Le discussioni dal Caffè Enfleurance

UN RACCONTO DI DIDIMO

[A cura e prefazione di Emanuele Azzità]  [La fata triste di Alessandro Matta] Qual è la differenza fra dolore e sofferenza? La seconda è un contenitore latente e invisibile. Si nasconde nel silenzio, ma fa capolino dallo sguardo suscitando malintesi. Mentre il dolore appesantisce e schiaccia, la sofferenza è leggera e onirica. Sempre

Di |2022-11-26T22:23:33+01:00Novembre 26th, 2022|Categorie: AL CHIOSCHETTO DEL BARABIT, Cultura, INCLUSIONE|0 Commenti

IL GIARDINO DELLE IDEE

[di Ernesto Miramondi] Analisi e uso del linguaggio in Enfleurance       [Evoluzione del linguaggio e ampliamento della percezione di nuove realtà] Ed ecco che dopo qualche anno, in modo del tutto fisiologico, si pone la necessità di un’analisi sull’operato di Enfleurance. Se ne analizza la tenuta nel tempo, i punti di forza

Di |2022-11-29T18:05:14+01:00Novembre 24th, 2022|Categorie: CAFFE' ENFLEURANCE, I CÜNTA SÚ|0 Commenti

SCIENZIATE NEL TEMPO Barbara McClintock

[Di Sara Sesti] UNA SCIENZIATA "IN SINTONIA CON L'ORGANISMO" (1902-1992)    [Barbara McClintock tratta dal web] Quando lavoravo  sui cromosomi, non ero fuori, ero là. Facevo parte del sistema. Ricercatrice appassionata, Barbara McClintock, fu una delle figure più geniali e controverse della biologia del secolo scorso. Perseguì tenacemente le sue idee contro ogni ostacolo

Di |2022-10-31T12:55:18+01:00Ottobre 28th, 2022|Categorie: AL CHIOSCHETTO DEL BARABIT, Cultura, Giustizia di Genere|0 Commenti

LA PIEVE EDUCAZIONE-ARTE-CULTURA

[di Ernesto Miramondi] LUOGO DI CULTURA E DI AGGREGAZIONE Esiste una bella realtà tutta made in Cologno, si trova  giusto a ridosso della cinquecentesca Pieve dedicata a San Giuliano. La si raggiunge costeggiando la chiesa sul lato sinistro, attraversando quella che un tempo era la corte di un’antichissima cascina padronale, già descritta nel catalogo dei

Di |2022-10-08T17:03:24+01:00Ottobre 8th, 2022|Categorie: CASA ARTI E MESTIERI, Cultura, EQUO e SOLIDALE|0 Commenti

ORA MARGHERITA HACK E’ DAVANTI ALLA STATALE

[di Adriana Giannini] INAUGURAZIONE DEL MONUMENTO A MARGHERITA HACK   [Inaugurazione-monumento-13.6.22] Chissà se la sobria, pragmatica, anticonformista Margherita Hack avrebbe mai immaginato di ricevere per il centesimo anniversario della sua nascita l’omaggio di un monumento in bronzo nei giardinetti di largo Richini, proprio davanti all’Università Statale di Milano?   [Scultrice Sissi davanti al

Di |2022-06-29T16:52:44+01:00Giugno 29th, 2022|Categorie: Arte, CASA ARTI E MESTIERI, Cultura, Giustizia di Genere|0 Commenti

MARIA ELENA INCONTRA FEDERICO D’AGOSTINO 3

[di Maria Elena Gori] FEDERICO D'AGOSTINO, Pittore e scultore  [Tratto dal filmato su Federico D'Agostino] Il D'Agostino pittore ha spesso richieste di immagini create ex novo o ispirate a quelle dei pittori del passato; si trova così nella necessità di inventare uno pseudonimo con cui firmare queste sue opere "spurie" che esulano dal

Di |2022-06-07T19:40:06+01:00Giugno 6th, 2022|Categorie: Arte, CASA ARTI E MESTIERI, Cultura|0 Commenti

RACCONTI FATOGRAFICI PROGETTO “A Я E”

CONTRO L'OMOFOBIA E I PREGIUDIZI [Foto di Alessandra Garau] . [Prefazione di Anna Roberto] A Я E scritto con la "R" a rovescio, perché è proprio dall' "inviolabile tradizione" che Alessandra Garau prende spunto (dai suoi abiti, dalle calzature, dai gioielli) e anche perché aveva già messo in conto che "qualcosa sarebbe andato

RACCONTI FOTOGRAFICI

[A cura di Anna Roberto]    [foto di Ernesto Miramondi] . Inauguriamo la pagina di "RACCONTI FOTOGRAFICI" con il potente progetto "A Я E" contro l'omofobia e i pregiudizi, della fotografa sassarese Alessandra Garau, 40 anni, che attraverso la sua macchina fotografica racconta le diverse realtà della sua terra. Fotografa della tradizione e

Di |2022-09-27T13:42:27+01:00Giugno 5th, 2022|Categorie: Cultura, Fotografia, Giustizia di Genere, SALA ESPOSIZIONI|0 Commenti

MARIA ELENA INCONTRA FEDERICO D’AGOSTINO 2

[di Maria Elena Gori] FEDERICO D'AGOSTINO, voce di chi non è ascoltato     [Federico D'Agostino] "L'uomo D'Agostino è semplice schivo, l'artista è più complesso e volitivo. Ma l'arte si esprime per simboli e il simbolismo di D'Agostino non indulge in sottintesi: è lucido, inequivocabile. Le mani sono il lavoro, le scatole schiuse

Di |2022-03-03T15:35:54+01:00Marzo 2nd, 2022|Categorie: Arte, CASA ARTI E MESTIERI, Cultura|0 Commenti
Torna in cima